Preloader icon

Chi non ha mai sentito parlare della PET THERAPY? Ma cosa significa esattamente questo termine al giorno d’oggi tanto utilizzato? Vediamolo insieme.

Il termine PET THERAPY si riferisce a tutte quelle pratiche terapeutiche che coinvolgono gli animali e che “sfruttano” tutti quei benefici che derivano appunto dall’interazione tra uomo-animali da compagnia.

Un altro termine per definire questo tipo di attività è INTERVENTO ASSISTITO CON GLI ANIMALI (I.A.A.), questo perché il “protagonista principale” di questo intervento è appunto il PET, il quale, attraverso l’instaurazione di una relazione con le persone, apporta dei benefici a livello psico-fisico.

Questi tipi di interventi possono essere rivolti sia a persone che presentano delle problematiche sociali e/o psicofisiche, disabilità, ma anche a chi non presenta determinate difficoltà.

 

 

PET THERAPY: COME FUNZIONA?

In questi tipi di interventi vengono coinvolte tre tipi di figure:

  • l’operatore di PET THERAPY, che è il “collante” tra l’utente/paziente

e l’animale domestico;

  • l’utente/paziente;
  • l’animale domestico;

 

La prima fase viene solitamente definita di progettazione. Qui vengono ascoltati i bisogni dell’utente/paziente da parte dell’operatore e viene progettato un percorso “cucito” ad hoc sulle sue esigenze.

Se necessario, durante questa prima fase, si può ricorrere a figure di supporto quali: medico veterinario, responsabile di progetto, referente di intervento e il coadiutore dell’animale.

Gli INTERVENTI ASSISTITI CON ANIMALI (I.A.A.), sono suddivisi in tre tipologie:

 

  • A.A.A. (attività assistita con gli animali), il cui scopo è quello di migliorare il benessere e la relazione del gruppo;
  • E.A.A. (educazione assistita con gli animali), il cui scopo è quello di promuovere, attivare e sostenere la crescita individuale;
  • T.A.A. (terapia assistita con gli animali), quest’ultima ha uno scopo assistenziale e riabilitativo, e viene messa in pratica quando ci si ritrova a dover svolgere l’attività con persone che presentano problematiche psico-fisiche;

 

 

 

ANIMALI COINVOLTI NELLA PET THERAPY

Gli animali solitamente coinvolti negli I.A.A. possono essere gatti, cani, asini, cavalli e conigli. Ovviamente, qualsiasi sia il tipo di animale coinvolto, deve presentare determinate caratteristiche come ad esempio affidabilità, equilibrio, adattabilità e deve essere addestrato allo scopo.

 

BENEFICI DELLA PET THERAPY

I benefici che può portare la PET THERAPY sono numerosi, vediamone alcuni:

  • aumento dell’autostima;
  • favorisce la collaborazione e l’empatia;
  • stimolo della creatività;
  • incentiva il movimento fisico;
  • riduzione di stress ed ansia;
  • aiuto nel contrastare la depressione;

 

In questi interventi l’animale svolge un ruolo chiave perché è in grado di aprire una via di comunicazione totalmente libera da pregiudizi, condizione difficilmente realizzabile tra soli esseri umani. Si vengono quindi a creare un’atmosfera ed un ambiente nel quale l’utente/paziente si sentirà molto più rilassato ed a suo agio rispetto alla normalità.

 

 

PER CONCLUDERE

LA PET THERAPY fa bene alla salute in quanto gli animali sono in grado di percepire le emozioni come ad esempio la paura, l’ansia, la tristezza ed in presenza di una disabilità o di una malattia, possono essere un grande supporto per i pazienti.

Funge inoltre da supporto alla medicina tradizionale per la guarigione di persone affette da differenti patologie sia fisiche che mentali.

E’ chiaro infine che il ruolo del PET THERAPIST è una vera e propria professione basata su conoscenze e competenze acquisite tramite specifici corsi di formazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Anacleto – Il tuo Pet Store a Codogno!

Contatti

Orari

Lunedì
9.00-12.30

Da Martedì a Sabato
9.00-12.30 | 15.00-19.00

Anacleto è a Codogno!

Passa a trovarci o contattaci per scoprire tutte le novità.

Privacy

Copyright © 2021. All Rights Reserved. P.I. 11937430962